Fondo europeo di sviluppo regionale
Al via la programmazione della campagna del pomodoro 2020

Mentre altri ancora discutono sui centesimi da riconoscere al lavoro degli agricoltori e della necessaria innovazione per combattere finalmente la piaga del caporalato, La Fiammante sigla a Foggia l’accordo sul prezzo per la campagna del pomodoro 2020

 

Come sempre con grande anticipo sulla campagna del pomodoro, Francesco Franzese – CEO ICAB La Fiammante – a margine del consueto incontro all’insegna dell’amicizia, sigla l’accordo 2020 sul prezzo del pomodoro con gli agricoltori OP Mediterraneo riuniti a Foggia. 

 

 

È ormai da quasi 10 anni che Francesco Franzese, assieme a Marco Nicastro - presidente dell’organizzazione di produttori Mediterraneo - prosegue la sua rivoluzione in Capitanata per la trasparenza di filiera, contro ogni sfruttamento del lavoro nei campi. Una rivoluzione basata sul giusto prezzo delle materie prime, concordato con gli agricoltori, sulla responsabilità reciproca e, soprattutto, su relazioni autentiche di prossimità.

 

Anche nel 2020 la filiera La Fiammante, assieme a OP Mediterraneo, si conferma un modello per l’intero settore, nella battaglia a tutela del lavoro e della salubrità delle coltivazioni, in ragione del sostegno costante ai produttori (con anticipi per gli investimenti necessari alla conduzione delle coltivazioni) e a rigorosi disciplinari di produzione per risparmiare acqua e limitare al massimo i trattamenti necessari a garantire il raccolto. 

 

La rigida programmazione dei trapianti e l’impegno operoso di tutti permettono, inoltre, all’azienda di lavorare entro poche ore dalla raccolta, a ciclo continuo, pomodori freschi di alta qualità, ottimizzando così i costi di produzione e garantendo al consumatore conserve sempre fragranti a costi accessibili. 

 

Una filiera virtuosa, una scommessa vinta, a vantaggio di tutti e della qualità. 

CONDIVIDI SUI SOCIAL NETWORK

Lascia un commento!

captcha


Ho letto ed accetto la privacy