Emergenza acqua, il progetto CNR con la filiera La Fiammante

Meno acqua per irrigare i campi di pomodoro mantenendo inalterata qualità e quantità: è la sfida raccolta dal progetto pilota del CNR che coinvolgerà per tre anni gli agricoltori della filiera La Fiammante riuniti nella OP Mediterraneo


L'acqua è l’elemento fondamentale degli ecosistemi, ma è una risorsa limitata. In particolare, l'acqua dolce per il consumo umano è inferiore all'1% della disponibilità idrica mondiale. La scarsità d’acqua è un rischio crescente per l'economia, l'ambiente e le comunità.


Ecco perché siamo davvero orgogliosi di annunciare la prima sperimentazione al Sud contro la desertificazione, accellerata negli ultimi anni dai mutamenti climatici: buone pratiche che mirano alla sostenibilità ambientale ed economica di una nuova agricoltura.



➡︎ CLICCA E SCOPRI IL PROGETTO CNR - FILIERA LA FIAMMANTE 


Il pomodoro è la coltura che necessita dei maggiori quantitativi di acqua e il CNR di Ercolano (NA), in collaborazione con Foggia e Caserta, punta a ridurre del 30% la risorsa idrica impiegata per le coltivazioni di pomodoro della filiera La Fiammante, che così avranno bisogno di minori concimi e ridurranno le emissioni di anidride carbonica


L’impegno degli agricoltori sarà certificato da un bollino sulle confezioni La Fiammante che segnalerà ai consumatori la riduzione dello spreco di acqua a beneficio di tutti, dell’ambiente e della qualità.

CONDIVIDI SUI SOCIAL NETWORK

Lascia un commento!

captcha