Fondo europeo di sviluppo regionale
Finché c’è pizza c’è speranza!

Sosteniamo da anni, con gioia, l’Associazione Scugnizzi e lo straordinario progetto Pizzeria dell’Impossibile: una vera scuola per pizzaioli rivolta a giovani dai 16 e ai 21 anni, provenienti per metà dalla realtà penitenziale di Nisida, e una pizzeria solidale che offre un importante servizio mensa per gli ospiti del dormitorio pubblico, arrivando a distribuire anche 100 pizze gratuite al giorno.


Siamo convinti che educare alla solidarietà sia il primo passo per un percorso di crescita e di inserimento sociale, per questo abbiamo aderito con entusiasmo all'iniziativa promossa da Antonio Franco dell'Associazione Scugnizzi, impegnato da sempre nel sociale, e da Giuseppe Marotta, Presidente della holding Emmesei FLB Fratelli La Bufala.


Il progetto Finché c'è pizza c'è speranza esiste dal 2010 all'interno dell'Istituto Penitenziario Minorile di Nisida e da febbraio 2013 si è aperto alla città con la Pizzeria dell'Impossibile, grazie al contributo di aziende come La Fiammante ma, soprattutto, del Comune di Napoli che ha concesso gli spazi della “mensa del popolo” nel Centro Storico della città creando così un ponte ideale con Nisida.

La Fiammante per il sociale 



Un’alleanza tra privati di buona volontà e Istituzioni cittadine, una possibilità concreta di ricominciare imparando il mestiere antico e nobile del pizzaiuolo e, assieme, di aprirsi all’accoglienza e al mondo.


Dopo il corso tenuto a Nisida, ai ragazzi più diligenti viene offerta l’opportunità di imparare in 200 ore di formazione gratuita l’arte della pizza, mettendosi alla prova e in relazione con chi è in difficoltà. I migliori hanno quindi la possibilità di essere assunti nei ristoranti e nelle pizzerie FLB Fratelli La Bufala in giro per il mondo.


Come disse Pino... "fatte 'na pizza c'a pummarola 'ncoppa, vedrai che il mondo poi ti sorriderà!"  ;)

CONDIVIDI SUI SOCIAL NETWORK

Lascia un commento!

captcha


Ho letto ed accetto la privacy