\ Caponata siciliana, ricetta originale
Fondo europeo di sviluppo regionale
Caponata siciliana, ricetta originale

INGREDIENTI

  • 1500g melanzane lunghe
  • 600g pomodorino La Fiammante
  • 2 cipolle ramate
  • 1 cuore di sedano
  • 1 spicchio d’aglio
  • 200g di olive verdi
  • 2 cucchiai di capperi dissalati
  • 2 cucchiai di aceto bianco
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 2 cucchiai di pinoli
  • 1 ciuffo di basilico fresco
  • sale q.b.
  • pepe a piacere
  • olio evo q.b.
  • olio per friggere

    Procedimento

  • 1
    Pulisci le melanzane e tagliale a dadini di 1cm (quelle nostrane, se di stagione, sono dolci e non hanno bisogno di essere cosparse di sale per l’amaro), affetta il sedano e le cipolle non troppo sottili. Friggi le melanzane in olio profondo. Sbollenta il sedano per 2 minuti, deve rimanere croccante.
  • 2
    Scalda l’olio evo in una padella e lascia imbiondire la cipolla per qualche minuto, aggiungi il sedano, aggiungi i capperi dissalati, poi le olive denocciolate. Aggiungi i pomodorini La Fiammante e lascia andare per 5 minuti a fuoco medio.
  • 3
    Aggiungi i dadini di melanzane e lascia andare a fuoco vivace per un paio di minuti. Mescola aceto e zucchero in una ciotolina, versa sulle verdure in padella e lascia sfumare.
  • 4
    Aggiusta di sale e aggiungi i pinoli, aggiungi il basilico e mescola il tutto delicatamente. Decora il piatto con qualche fogliolina di basilico e una manciata generosa di pinoli. Lascia raffreddare bene e servi la caponata a temperatura ambiente.
DIFFICOLTA'
Facile
PREPARAZIONE
20 min
COTTURA
15 min
DOSI PER
4 persone

La ricetta della caponata siciliana ha quasi 30 varianti, tutte autentiche e più o meno note, a seconda della latitudine, come la ricetta della caponata trapanese, la caponata catanese, o addirittura la caponata barocca col cioccolato. Due sembrano le costanti comunemente accettate, la melanzana e il pomodoro, uniti generalmente ai pinoli (o alle mandorle) e al basilico fresco. 

 

 

Sciavuròsa, colorita, abbondante, riempiva un piatto funnùto, una porzione per almeno quattro pirsone”, è la golosa descrizione della caponatina di Montalbano ne “La gita a Tindari” di Andrea Camilleri. Un caponata da manuale, goduta in tutta solitudine dal commissario, come piatto unico, da gustare col pane, come Tradizione vuole.

 

Quella che vi proponiamo è la ricetta originale della caponata palermitana, con la melanzana lunga, quella di Napoli, anziché la violetta di Palermo (ma siamo sempre nel Regno delle Due Sicilie!) e con i pomodorini La Fiammante, naturalmente dolci e fragranti. Una ricetta facile per antipasto estivo e un contorno tipico siciliano, senza dimenticare la ricetta della pasta con la caponata siciliana.

CONDIVIDI SUI SOCIAL NETWORK

Lascia un commento!

Ho letto ed accetto la privacy