SPEDIZIONE GRATIS PER ORDINI DI IMPORTO SUPERIORE A 20€

Filiera corta

Filiera corta

 

Patto di filiera

Stringiamo accordi diretti con gli agricoltori e riconosciamo il giusto compenso alla fatica contadina: una filiera corta basata su relazioni autentiche.

Dal 2011 abbiamo avviato la nostra rivoluzione in Capitanata (FG), eliminando il ruolo dei mediatori commerciali e costruendo un modello innovativo di filiera, contro ogni sfruttamento della manodopera. Oggi, facciamo rete con i produttori in Campania, Puglia, Basilicata, Toscana e Molise.

Il prezzo giusto del pomodoro, concordato in largo anticipo sulla campagna, supera del 40% il compenso pattuito a livello nazionale dai contratti agricoli di settore, con anticipi del 20% a sostegno degli investimenti di impianto e conduzione delle colture.

Un patto per la qualità e per la tutela del lavoro nei campi, sancito da rigorosi disciplinari di produzione che promuovono buone pratiche, come l’impiego delle macchine in fase di raccolta per combattere efficacemente la piaga del caporalato.

 

La Fiammante «paga la materia prima al prezzo stabilito a inizio stagione, che spesso è più alto di quello determinato dal contratto.
Così facendo, si svincola dal gioco al massacro della negoziazione continua e si inserisce in una strategia di sviluppo in cui ogni attore della filiera ha il suo giusto utile.»

cfr. Terzo Rapporto #filierasporca
di Fabio Ciconte e Stefano Liberti

Un modo sociale di fare impresa che mette al centro la valorizzazione del fattore umano e dei territori, redistribuendo il valore generato e denunciando dinamiche squilibrate della distribuzione che schiacciano gli anelli più deboli della filiera.

Un approccio programmatico che definisce scrupolosamente scelte varietali, calendario dei trapianti e del conferimento del pomodoro in azienda, per garantire una lavorazione solo da pomodoro fresco 100% italiano, a poche ore dalla raccolta.

Una filiera sostenibile che monitora costantemente i terreni di coltivazione, le acque d’irrigazione, la salute delle piante, incoraggiando il risparmio idrico, l’agricoltura biologica e la lotta integrata per abbattere l’uso di fitofarmaci (70% sotto la soglia consentita).

Una filiera trasparente, completamente tracciata in blockchain e accessibile al consumatore tramite Qrcode in etichetta, collegato alla piattaforma MyStory DNV.

Una filiera virtuosa che si impegna a far rispettare principi etico sociali e a diffonderli lungo tutta la catena di fornitura.

Regione Produttori Ettari % prod.
Campania 13 300 44%
Puglia 27 250 36%
Basilicata 5 80 12%
Molise 3 15 2%
Abruzzo 1 15 2%
Toscana 1 20 3%
Lombardia 1 10 1%
Totali 51 690 100%
dati aggiornati al 30/06/2021

Lo stabilimento

La Fiammante è il marchio di punta di una filiera produttiva con 50 anni di esperienza e una attitudine innovativa unica, riconosciuta da enti certificatori nazionali e internazionali.

Lo stabilimento ICAB La Fiammante si trova in Campania, culla dell’industria conserviera italiana, in una superficie di oltre 100.000 mq. a Buccino, in provincia di Salerno, alle porte del Cilento.

ICAB, Industrie Conserve Alimentari Buccino, produce e distribuisce 3 marchi storici: La Fiammante, La Paesana (o F.lli PAUDICE) e La Reale, che rappresentano la storia conserviera del made in Italy al Sud.

Una realtà semi artigianale su scala industriale che oggi coniuga antica sapienza conserviera e automazione all’avanguardia, a tutela dell’alta qualità, della sicurezza e di una completa tracciabilità dal seme al trade.

Lavorato in giornata

Durante la produzione, da luglio ai primi di ottobre, rigorosamente secondo stagionalità, vengono messe in conserva oltre 1.500 tonnellate al giorno di pomodori freschi italiani, grazie alla meccanizzazione della raccolta e a rigorosi calendari di programmazione dei trapianti concordati con gli agricoltori della filiera.

Immediatamente dopo l’arrivo in stabilimento e la pesatura, i pomodori provenienti dalle aziende agricole della filiera sono condotti al LAVAGGIO e ai nastri di CERNITA e CONTROLLO, dove selezionatrici ottiche tecnologicamente avanzate scartano i frutti non completamente maturi o difettosi.

Seguono fasi di PULIZIA e LAVAGGIO più accurate con insufflatori di aria e getti di acqua a forte pressione che eliminano tutte le impurità. Quindi si procede all’invio alle linee di CERNITA MANUALE e LAVORAZIONE del pomodoro fresco.

Linea pelati

Rapida scottatura a pressione delle varietà idonee, pelatura meccanica, cernita manuale su nastro, confezionamento con aggiunta di succo di pomodoro.

Linea pomodorini

Lavaggio, cernita manuale su nastro, confezionamento con aggiunta di succo di pomodoro.

Linea gourmet

Cernita manuale su nastro, confezionamento artigianale, al naturale o con aggiunta di succo di pomodoro.

Linea passata

Triturazione delle varietà di pomodoro ricche di fibra e pectina, invio alla scottatura, raffinazione non spinta mediante setacci, raccolta del succo e concentrazione.

Linea polpa

Triturazione del pomodoro, invio alla scottatura, raffinazione e raccolta del succo, confezionamento.

Linea concentrato

Triturazione del pomodoro, scottatura, raffinazione mediante setacci, raccolta del succo e concentrazione.

La lavorazione in conserva del pomodoro fresco si conclude con la PASTORIZZAZIONE e il CONFEZIONAMENTO, nelle diverse linee produttive, e la PASTORIZZAZIONE delle CONFEZIONI (con conseguente RAFFREDDAMENTO e ASCIUGATURA). Chiude il ciclo la ETICHETTATURA delle confezioni, l’IMBALLO SECONDARIO e la PALLETTIZAZIONE.

La Fiammante mette in conserva solo pomodoro fresco appena raccolto: durante i mesi di lavorazione lo stabilimento di Buccino vengono prodotte 1.000.000 di confezioni al giorno, controllate a campione ogni ora (per un totale di 200 prodotti analizzati al giorno), fotografate rigorosamente una per una ai raggi X. I laboratori di Assicurazione Qualità La Fiammante effettuano oltre 1700 controlli quotidiani sul processo produttivo, con 80 analisi microbiologiche e 350 analisi chimico fisiche al giorno.

Inoltre, tutte le fasi produttive sono garantite e monitorate da enti nazionali e internazionali esterni e riassunte nelle certificazioni ISO, BRC, ISF, HACCP.

Distribuzione

Per soddisfare le richieste del piccolo e medio trade, La Fiammante si è dotata di una piattaforma di 9000 mq. dalla quale, quotidianamente, partono decine di automezzi per l'approvvigionamento.
In quest'ottica, l’azienda è in grado di effettuare consegne in tempi rapidissimi, grazie alla partnership consolidata con operatori specializzati in piccoli, medi e grandi trasporti.
La politica distributiva e l'efficienza sono garantite sia in Italia che all'Estero, dove sono assicurate consegne entro max 6 giorni dall'ordine.
La Fiammante è presente in oltre 40 Paesi in tutto il

mondo: in tutta Europa e nelle aree extra UE (Bosnia-Erzegovina, Albania, Serbia, Montenegro, Russia). Una rete di distribuzione in costante espansione che comprende il continente africano: Algeria, Angola, Congo, Egitto, Nigeria, Mauritius; l'Oceania, l’Australia e la Nuova Zelanda; il continente asiatico, in particolare Corea del sud, Emirati arabi, Filippine, Hong Kong, India, Israele, Singapore, Tailandia; Nord America, in particolare Canada e Stati Uniti (New York, California, Florida, etc.); Centro America: Costa Rica, El Salvador, Repubblica Dominicana, Panama; Sud America: Brasile e Colombia.